Dalla liquidazione alla ripartenza

ARIELLE GARNIER

Arielle, puoi raccontarci la tua storia?
Nel 2015 ho fondato una startup con il mio compagno : basata in Puglia, Coindustrio permetteva la prototipazione e l’industrializzazione di schede elettroniche attraverso una piattaforma web che riuniva 200 contoterzisti italiani. È stata un’avventura fantastica… che purtroppo si è conclusa con una liquidazione a seguito di un mancato round di finanziamento

Come hai scoperto 60.000 Rebonds?
Subito dopo la liquidazione di Coindustrio, ci siamo trasferiti in Francia per cercare lavoro. Non avevo ancora misurato quanto sia sconvolgente una liquidazione. Quando finalmente ho capito che ero in caduta libera e che avevo bisogno di un aiuto esterno, ho semplicemente scritto “accompagnamento post liquidazione” su Google… ed ho scoperto 60.000 rebonds!

Cosa ti ha fatto decidere di “scegliere” quest’associazione per “ripartire”?
Per me è stata un’evidenza: ho chiamato la referente dell’associazione e dal nostro breve colloquio ho capito che avevo bussato alla porta giusta. Finalmente qualcuno mi ascoltava con empatia e benevolenza e, sopratutto, sembrava capire veramente la mia situazione…

Cos’ha fatto per te l’associazione?
Tanto, anzi tantissimo. 60.000 rebonds offre un sostegno individuale grazie ad un coach ed un mentor ma anche preziosi incontri collettivi con altri imprenditori.
Il mentoring mi ha aiutato a costruire il mio percorso di ripartenza e il coaching mi ha permesso di capire i valori ed i motori che guidano le mie azioni, di scoprire il valore del “qui ed ora”… e di ricominciare a sognare!
Gli incontri bimensili sono altrettanto importanti. In particolare gli aperitivi con tutti gli imprenditori, coach e mentori… ma soprattutto i comitati di sviluppo. Quest’ultimi sono l’occasione per ogni imprenditore di condividere con gli altri i suoi stati d’animo, le sue difficoltà personali o professionnali ed i progressi fatti sulla strada della ripartenza. È impressionante rendersi conto che passiamo TUTTI dalle medesime fasi per ripartire post liquidazione! Ogni volta che un nuovo imprenditore entra a far parte dell’assocazione mi rivedo 2 anni fa: le stesse fragilità, la stessa “voglia” di correre quando invece bisogna ralentare per affrontare il “lutto” della propria azienda.

Quanto è durato il tuo percorso di “ripartenza”?
È ancora in corso! Ufficialmente dovrebbe concludersi a maggio 2020, dopo 24 mesi… ma senza ombra di dubbio continuerò a partecipare ai momenti collettivi dell’associazione, anche solo per condividere la mia esperienza con i nuovi imprenditori accompagnati e portare loro il mio sostegno. La solidarietà all’interno dell’associazione è fondamentale.

E oggi? Com’è cambiata la tua vita e come sei cambiata tu dopo questa esperienza?
Riassumerei il mio percorso di ripartenza in 3 step:
5 mesi dopo la liquidazione ho ripreso un’attività professionale come facilitatrice: da allora aiuto a migliorare la collaborazione all’interno di gruppi… ispirandomi al funzionamento di 60.000 rebonds!
18 mesi dopo la mia vita è stata stravolta da una forte, fortissima, gioia: la nascita di una piccola bimba!
Oggi … sto lavorando con il mio compagno ad un nuovo progetto imprenditoriale: un’attività eco-turistica che proporrà esperienze ed alloggio nel Salento, l’idea è di offrire soggiorni di relax e benessere per permettere ai nostri ospiti di ritrovare se stessi!